Anna Bardi
Anna Bardi

La web usability è un approccio della progettazione per rendere i siti web facili da usare per l’utente finale.
È un processo che cerca di rendere l’ambiente web attraente e amichevole per navigare con fluidità recuperando facilmente i contenuti.
L’utente deve essere in grado di mettere in relazione in modo intuitivo le azioni che ha bisogno di compiere nella pagina web con altre interazioni che svolge fisicamente nella vita quotidiana, come ad esempio premere un pulsante per ottenere un’azione.
(cit. Wikipedia)

Cosa è necessario considerare affinchè un sito sia “user friendly”?

1. La USER EXPERIENCE: il punto di vista dell’utente è la prima cosa di cui tenere conto nella produzione di un sito web. In tutte le fasi della progettazione occorre sempre avere ben chiari gli obiettivi che si vogliono raggiungere, conoscendo soprattutto le necessità degli utenti, prevedendo i loro comportamenti nel sito.

2. Il sito deve essere LEGGERO: i siti più visitati sono anche i più veloci da caricare, il tempo di caricamento non dovrebbe superare i 6 secondi.

3. Il sito deve essere ACCESSIBILE: essere visibili per tutti in un mondo fatto di browser, piattaforme e generazioni che cambiano continuamente.

4. La LEGGIBILITA’: considerare stile e colori coerenti, il contrasto testo-sfondo adeguato, la grandezza dei font e lo spazio tra i caratteri, frasi e paragrafi.

5. Organizzare i CONTENUTI: “Content is king”, è necessario essere chiari, concreti e descrittiviper spiegare al meglio “chi siamo” e “cosa facciamo”.

Ricordatevi che anche la migliore strategia di comunicazione digitale si trasformerà, purtroppo, in soldi buttati se le pagine web di atterraggio non saranno intuitive e funzionali.

Un sito “user friendly”  produrrà un maggior numero di conversioni, vendite e quindi guadagno!

Molto utile l’infografica che vi proponiamo di seguito:

Il bignami della Web Usability: 10 indimenticabili punti per un sito efficace
(fonte: http://www.nelsitopiubruttodelmondo.it)

infografica-web-usability