In pista
per Amatrice

La volontà del Fan Club ufficiale di Max era quella di realizzare un volume fotografico come tributo alla sua lunga carriera sugli sci a scopo benefico.

Cliente

Max Blardone

Settore

Sport

Partners

Tank Photo Factory (foto)
Chiara Coppa (copy)

Categoria

Editorial Design

Cosa abbiamo fatto

Abbiamo lavorato ad un prodotto finale in cui le immagini sono il vero storytelling del caso sportivo con un’idea che, però, rende unico il progetto editoriale. Una duplice strada di lettura: la prima individuata per incuriosire – gli oggetti – e l’altra per approfondire – i concetti. Partire dalle cose significa svelare alcuni episodi che hanno caratterizzato più di trent’anni di vita di Max Blardone sugli sci. Riferirsi ai concetti porta a una lettura più intima, che sa mettere a nudo i pilastri su cui l’atleta ha costruito la sua lunga carriera.

Emozioni per immagini

All’interno del libro, fotografie, testi e graphic design sono stati gestiti per sottolineare gli aspetti adrenalinici ed emozionali della disciplina sportiva trattata, utilizzando font, colori e linee nette, senza grazie, con forte presenza del rosso, del nero e del bianco. Una vestizione grafica efficace e chiara.

Oggetti, concetti: l’intreccio

Le immagini che ritraggono gli oggetti culto di Max Blardone sono state realizzate come se vivessero in un museo ideale. Il percorso immaginato, nello sviluppo del progetto, vuole accompagnare il lettore intrecciando oggetti, aneddoti e pensieri del campione di sci.

Name

Name

Name

Name

Name

Name

Scopo benefico

Il libro è stato realizzato per raccogliere fondi e sostenerne il progetto Insieme per Amatrice, che prevede la realizzazione nel comune reatino di un centro sportivo che comprenderà pista di sci sintetica per la pratica dello sci alpino.